Link building: guida intelligente all’uso di Wikipedia per il tuo sito

Apparire citati o linkati nella celebre enciclopedia online può essere un’opportunità non da poco per fare personal branding e non solo: ma prima di farvi fuorviare definitivamente dal titolo, specifico che questa micro-guida non vuole essere “come spammare Wikipedia” o “come fare link building con Wikipedia“. Me ne guardo bene dal farlo, anche perchè ho moltissime riserve sull’argomento e, come ho scritto in passato, credo che molte cose nella politica dei contenuti di quel sito vadano urgentemente riviste.

Voglio dare un taglio pratico alla questione, comunque, e cercare di identificare anzitutto perchè dovreste apparire, con la vostra azienda, i vostri prodotti o servizi, all’interno della celebre enciclopedia. Il presupposto è che il contenuto abbia un taglio enciclopedico: i contenuti devono essere utili, realistici, pertinenti (ed ecco perchè è molto importante evitare il thin content). Le markette vengono periodicamente inserite e, più o meno prontamente, rimosse per cui è inutile provarci “alla buona”. Toglietevi dalla testa, insomma, di usare il wiki più famoso e (forse più) visitato al mondo come se fosse un sito di article marketing perchè non lo è, gli editor conoscono bene i SEO e probabilmente li “demonizzano” anche un po’.

Il concetto chiave dell’uso SEO di Wikipedia credo risieda nell’integrazione di contenuti: ammettiamo che la vostra azienda produca X, trovate riferimenti a X nel wiki ed inserite, a seconda dei casi, un link di approfondimento sul vostro sito (autorevolezza). Il link o la co-citazione devono essere contestuali, ben scritte in italiano ed utili ad estendere o integrare, appunto, il topic della pagina.

Il vero problema quindi, un po’ sulla falsariga degli inserimenti di siti su DMOZ, è trovare la sezione giusta in cui intervenire: un modo per farlo è trovare le pagine orfane di collegamenti. Personalmente, lo faccio cercando su Google:
site:it.wikipedia.org “non cita le fonti necessarie”
e poi vado a modificare i link integrando la pagina con qualcosa di interessante da aggiungere, correggere o scrivere.

Per mirare meglio quello che potrebbe interessarvi, utilizzate la variante con chiave:
site:it.wikipedia.org chiave “non cita le fonti necessarie”
per visualizzare le pagine relative all’argomento chiave che vi interessa (chiave chiaramente va sostituita con la ricerca che vi interessa). Queste pagine mancano delle fonti necessarie, se avete un sito “enciclopedico” o molto specializzato in un settore potrebbe essere utile linkare una vostra FAQ o un approfondimento o ricerca obiettiva.

La correttezza del procedimento dipende molto da come lo fate, non c’è un modo unico per farlo e, soprattutto, tenete conto che indispettire l’editor che revisionerà la modifica implica che, di fatto, la stessa potrebbe sparire in pochi minuti. Non è neanche il caso di esagerare con queste modifiche: dato che lo fanno un po’ tutti, io stesso uso questo procedimento una tantum, ed il fine deve essere quello di migliorare le voci carenti, non di farsi pubblicità.

Il link da Wikipedia è, per inciso, nofollow per definizione, ma su questa incomprensibile sottovalutazione ho già discusso nell’articolo linkato.

Il tuo sito non è indicizzato? Leggi qui: come indicizzare un sito
SEO tutorial per principianti | SEO Pratico - Il mio ebook in vendita su Amazon | SEOWolf - Il blog italiano sulla SEO

Date
Categories
Tags
Permalink

Pubblicato:24/09/2015

Articoli

Bookmark the permalink