SEO per siti di giochi, come farla

I portali di giochi sono molto interessati ad attività SEO, e in diversi casi mi è capitato di farci consulenza in ambito di ottimizzazione sui motori: le cose da fare sono apparentemente sempre le solite, ma ad un lato prettamente tecnico (ottimizzazione insite e offsite) se ne affianca uno legato necessariamente alla produzione di contenuti. Ci si aspetta infatti che un sito di giochi da ottimizzare lato SEO venga periodicamente aggiornato, se non a livello di nuovi prodotti quantomeno sul blog, e che ci sia un flusso costante di informazioni che possano attrarre l’attenzione delle ricerche da parte degli utenti. I siti poco aggiornati, in effetti, sono mediamente più difficili da ottimizzare di quelli che invece sono aggiornati spesso.

La principale difficoltà sembra legata, in effetti, al farsi linkare da siti pertinenti: target difficile, perchè la maggioranza dei link finiscono per essere frutto di compra-vendite mirate e, di per sè, non forniscono un sostanziale valore aggiunto troppo distante dalla solita anchor text mirata (giochi, giochi free, giochi gratis e chi più ne ha, ne metta). Il panorama è in parte decisamente scoraggiante visti i tanti non meritevoli che finiscono in prima pagina, per cui credo che la prima azione debba essere incentrata sulla definizione, o ridefinizione, di un piano editoriale idoneo. Questo non significa per forza pubblicare continuamente qualcosa, bensì sapersi rivolgere al pubblico giusto dopo aver analizzato le query più promettenti del settore. Questo significa anche chiarire il modello di business ed integrarlo nelle attività SEO, perchè arrivare in prima pagina senza avere un obiettivo troppo vago può davvero servire a poco o, ancora peggio, non essere sfruttato per via di un CTR basso o perchè il nostro sito è davvero poco appetibile e poco adatto al pubblico di riferimento. La maggioranza dei siti di giochi sono pressochè identici tra loro, per cui fare la differenza può essere un fatto davvero importante e non dovrebbe essere sottovalutato. Proviamo quindi a chiederci cosa sappiamo o possiamo offrire solo noi al nostro pubblico di riferimento, e le ottimizzazioni verranno da sè, un po’ alla volta.

Rapportarsi con l’utenza che cerca giochi online, e questo credo valga anche per i vari siti di scommesse e giochi d’azzardo, è un passo fondamentale che richiede molta costanza, saper filtrare bene i link buoni o ottimi da tutti gli altri (i link mediocri qui, nella mia esperienza, servono a poco o nulla) e spesso non sarà facile neanche riuscire a focalizzare le prestazioni ottenute mediante la campagna, se non mediante la solita tiritera basata su CTR, clic, numero di visitatori e parole chiave ben posizionate su Bing o Google.

Leggi anche
Bufale SEO: l’uso sconsiderato delle stopwor... I blog SEO di qualche anno fa (ma anche quelli più recenti, per la verità) hanno saputo dispensare delle "perle" in termini di inesattezze, errori gro...
Perchè complicarsi la vita (quando sarebbe solo qu... Scorro Google Plus qualche sera fa e mi imbatto in un collega delle mie cerchie che espone, in maniera dettagliata, come venga calcolata "una certa co...
Quando Google ti penalizza più volte Un nuovo post pubblicato sul blog per webmaster di Google (Repeated violations of Webmaster Guidelines) richiama l'attenzione dei webmaster vittima di...
Come capire se hai bisogno di un SEO Non tutti hanno bisogno di fare SEO sul proprio sito, ed in questo nuovo articolo proveremo a spiegare il perchè. In breve, io credo che la SEO debba ...
Perchè in molti pensano che la SEO sia facile (e p... Tra i meno esperti nel settore (tra presunti guru, informatici sotto casa, tuttologi di Facebook e gente che fa apparentemente più conferenze che cons...
8 punti critici per ottimizzare un sito multilingu... Realizzare un sito multilingua è difficile già di suo e, come spiegavo anche in un altro articolo (leggi: Come realizzare un sito multilingua), includ...