HTML

Si intende HyperText Markup Language, un markup (e non un linguaggio di programmazione, come spesso si dice e si scrive, sbagliando) utilizzato per comporre pagine web di ogni genere. Può contenere immagini, video, testi e link, ma anche contenuti interattivi di vario genere, mediante opportuni plugin (tipicamente Javascript e sempre meno Flash e Java). In genere in una pagina HTML si possono distinguere la parte di intestazione (<head>), il corpo (body) e la parte finale (footer); header e footer hanno tipicamente scopi “di servizio”, mentre il body è la parte di contenuto visibile. Se non sai di cosa stiamo parlando, probabilmente non sei ancora pronto per fare attività SEO da solo.

Tag di intestazione: <head>

Corrisponde alla parte di intestazione della pagina HTML; contiene meta informazioni e dati, che vengono interpretati sia dal browser che dai motori di ricerca, e che non verranno esplicitamente mostrate all’utente. In questa porzione di HTML troviamo, normalmente, i fogli di stile CSS. Se non capisci di cosa stiamo parlando, probabilmente non sei ancora pronto per fare attività SEO da solo.

Sezione di chiusura (footer)

Corrisponde alla parte di HTML dedicata all’inserimento dei vari script Javascript, utili variamente a seconda degli scopi.

Body

Rappresenta la parte principale della pagina HTML, ovvero tutti i suoi contenuti visibili ed utilizzabili dall’utente finale.

Query di ricerca

La ricerca effettuata dall’utente sul motore, composta da uno o più termini: ad esempio ipad oppure corsi SEO. Quello che cerca l’utente, in sostanza.

Scansione

Operazione effettuata da un bot (ad esempio quello di Google, googlebot) ai fini di analisi delle varie pagine web con l’obiettivo di indicizzarle, se opportuno.

Redirect o reindirizzamento 301

Rappresenta formalmente uno dei tanti codici di stato del server: è utile in particolare per trasferire contenuto informativo da una pagina sorgente ad una destinazione, sia dello stesso sito che verso due domini distinti.

Dominio

Il nome univoco di un sito o servizio web, caratterizzato da un nome proprio e da un’estensione: ci sono ad oggi quasi 1000 estensioni disponibili, dette anche TLD di dominio. Un esempio di dominio è google.com.

Sottodominio

Un dominio di almeno terzo livello che faccia riferimento ad un dominio principale: ad esempio blog.nomesito.it oppure italia.blog.nomesito.it.

Directory root

La directory che si trova in cima alla gerarchia del filesystem: nell’ambito dei siti web e di FTP, rappresenta il livello base in cui è possibile trovare il file index.php, le direttive .htaccess e così via.

Snippet

Testo visualizzato sotto il titolo della pagina web corrispondente all’interno delle
pagine dei risultati di ricerca di un motore di ricerca. Generalmente consiste in un
riepilogo della pagina web e/o parti della pagina corrispondenti alle parole chiave
della ricerca.

Open Directory Project (ODP)

Noto anche come DMOZ, rappresenta un progetto open che coinvolgeva diversi volontari, impegnati nel classificare un grande numero di siti web mondiali per lingua e categorie. Il progetto è stato definitivamente dismesso ad inizio 2017.

404 (errore “pagina non trovata”)

Il codice di stato HTTP per riferire una pagina non trovata, non esistente o cancellata. A seconda delle circostanze e del contesto, può comportare problemi ad una buona SEO.

Sitemap XML

Una lista delle pagine web del sito in formato XML, un formato di file gerarchico che contiene un gran numero di informazioni sugli URL del sito, la data dell’aggiornamento e la priorità. Può essere utile per consentire ai motori di ricerca di rilevare rapidamente pagine mancanti dalla SERP.

Flash

Tecnologia, ritenuta dai più obsoleta, sviluppata Adobe Systems Incorporated e dedicata alla creazione di giochi, audio, video e animazioni. Supereroe della DC Comics.

JavaScript

Un linguaggio di programmazione per il web inizialmente solo lato client, ma che viene attivamente utilizzato in appositi framework per creare pagine web interattive ed app per cellulari e tablet.

Menù a tendina

Un sistema che consente di selezionare contenuti da un menu. Quando si fa clic
sul menu, le opzioni disponibili vengono visualizzate in un elenco “prolungato”.

Accessibilità

La opportunità per utenti e motori di ricerca di accedere ai contenuti e poterne fruire in comodità.

Esperienza utente (UX)

L’esperienza acquisita da un utente grazie all’utilizzo di prodotti, servizi e così via.
Viene data importanza alla garanzia di un’esperienza veramente desiderata
dall’utente, ad esempio “divertimento”, “praticità” e “comfort”.

Codice di stato HTTP

Codice numerico di tre cifre che rappresenta lo stato del server: può indicare status particolari della pagina, errori, problemi secondari, correttezza della risposta, redirezionamenti di pagine ed altro ancora.

4/5 (10)

Ti piace / Ti sembra utile?